COMBATTIMENTI 12/06/16

Concludiamo quest’anno accademico con un’ ultimo appuntamento con i combattimenti, dove cerchiamo di mettere in pratica, come sempre, le ore dedicate in palestra all’addestramento sportivo.

I video di Eugenio e Marco non sono di massima qualità, perchè ripresi con un cellulare.

MARCO CAFASSO: Affronta un avversario preparato e che colpisce troppo pesantamente per il contesto nel quale si è inserito e cioè il light contact. Il light contact deve essere interpretato come un approccio tecnico e stilistico al combattimento, per la forza ci si deve iscrivere al contatto pieno. In ogni caso l’arbitro penalizza e richiama Marco per le uscite dal tatami anzichè penalizzare l’avversario che lo induce a farlo perchè scaricava colpi troppo pesanti. Marco viene ingiustamente squalificato per le uscite eccessive dal tatami.

MATTEO MAZZA: Combatte composto e compatto contro un avversario che tira forte e senza troppo preoccuparsi dello stile, Matteo avanza con jab e ginocchio sx centrando in pieno l’avversario che si accascia al suolo. Parte il conteggio e al 8 capisco che non si sarebbe rialzato.

EUGENIO RATOI: Il combattimento parte ad un ritmo alto, Eugenio colpisce forte e anche l’avversario non è da meno, ma Eugenio ha la meglio in piedi, il combattimento passa velocemente al suolo dove Eugenio dopo alcuni scambi riesce a dominare in monta chiudendo il match con colpi pesanti sotto le telecamere di 4 rete.

MARCO AMEDURA: A pochi secondi dal gong Marco applica una proiezione di lotta grecoromana da manuale e rovescia l’avversario riscuotento gli applausi di tutto il palazzetto, l’avversario prova ad entrare in guardia e Marco applica una tecnica allenata in questi giorni, afferra il piede su tentativo di presa di guardia dell’avversario e tira di lì a poco una leva al tallone che costringe l’avversario al Tapout, anche lui ripreso dalle telecamere di 4 rete.