COMBATTIMENTI DEL 03/12/17

Nel freddo di questa domenica di fine autunno i nostri atleti/e hanno affrontato l’agonismo con la speranza di aumentare la loro esperienza in questo sport, sport che richiede un alto livello di presenza fisica e mentale.
Oggi abbiamo portato sui quadrati di gara solo atleti di K1/kick boxing.

Il vero successo della giornata di oggi è stato lo sportivo complimentarsi da parte dei nostri avversari a fine match. Ognuno di loro si è personalmente congratulato con me per la qualità dei nostri atleti e della loro performance sportiva.
Tuttavia io conservo i miei personali giudizi solo per quanto riguarda le difficoltà ancora da superare e le capacità da affinare. Dico questo con il rischio di sembrar freddo, ma con la consapevolezza di lasciar poco tempo alla lode e alla parola, per dare maggior spazio all’ analisi di ciò che ancora serve. Questo perchè il mio vero obbiettivo in definitiva è la crescita e la maturità sportiva dei miei atleti.

MANUELA CALZOLARI:
Combatte bene, stiamo lentamente entrando negli schemi di quanto sviluppato in palestra.
Purtroppo ci viene chiesto di combattere con il regolamento della kick boxing e quindi determinati automatismi vengono richiamati.
Certo manca ancora esperienza e lucidità prima di poterci sentire più sicuri e decisi, ma dal mio punto di vista qualche passo avanti oggi è stato fatto.
Manu combatte meglio nelle ultime riprese, questo è dovuto da un progressivo alleggerimento della tensione iniziale, vincendo così il match.
Abbiamo molto da fare, ma stiamo migliorando e questo per oggi è sufficiente.

DIEGO CARNOVALE:
Gestisce il match vincendo nettamente ogni ripresa, nonostante la notevole differenza di statura (avversario più alto e con leve più lunghe) Diego riesce a mandarlo spesso a vuoto e a rientrare, buoni anche gli automatismi di risposta. Combatte in maniera fluida e versatile colpendo con combinazioni sempre differenti e vince chiaramente.

MATTEO MAZZA:
Combatte ascoltando i consigli iniziali e dominando ogni ripresa.
Subisce poco, e imposta il ritmo, oggi il nostro avversario si è presentato calcolatore e sulla distanza, ma Matteo riesce ad avere la meglio, annullando anche ogni tentativo di clinch.
Vittoria all’unanimità anche per lui.