,

Pensiero 16/11/18

Oggi parlando con un mio allievo gli domando: “Ora che alleni INDIVIDUO, già da tempo, ti senti più sicuro se vieni attaccato?”
La sua risposta mi ha gratificato è ha portato gratificazione al mio impegno e al mio lavoro.

Anonimo: “No credo di no, perchè ora non sottovaluterei l’affronto! Certo so colpire meglio, ma mi sono reso conto di quante persone “brave” (intendeva tecnicamente) esistono!
Non andrei mai a tirare giù uno da una macchina, e manterrei un profilo basso, non lo sottovaluterei e manterrei alta la difesa!”

Bene Luca, ho pensato, stai lavorando bene, “Anonimo” è molto migliorato, ma in realtà è la sua coscienza a renderlo migliore. Hai aperto una breccia di consapevolezza in lui e lo hai reso più forte.

Questo è il vero senso, nessuno è perfetto, nessuno è infallibile e tutti siamo vulnerabili.